Erasmus+: online la call per il 2019

Erasmus+ è il programma dell’Unione Europea nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport per il periodo 2014-2020. Sulla Gazzetta ufficiale dell’UE è stato pubblicato il bando Erasmus+ aggiornato per il 2019.

ERASMUS+, ONLINE LA CALL 2019

Il programma Erasmus+, con un budget totale di quasi 15 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, intende contribuire agli obiettivi della strategia Europa 2020, allo sviluppo sostenibile dei Paesi terzi nel settore dell’istruzione superiore e allo sviluppo della dimensione europea dello sport.  L’Unione Europea ha messo a disposizione per il 2019 più di 2,7 miliardi di euro destinati a finanziare la mobilità dei giovani, sostenendo 3 tipi di azioni chiave:

  1. mobilità ai fini di apprendimento dell’individuo (KA1)
  2. cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone prassi (KA2)
  3. sostegno alle riforme politiche (KA3)

I fondi destinati all’Italia saranno pari a quasi 190 milioni di euro, di cui appena 40 milioni destinati alla mobilità ai fini di apprendimento dell’individuo KA1. L’azione chiave 1 comprende le misure riguardanti mobilità individuale nel settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù e diplomi di master congiunti Erasmus Mundus.

Le nuove proposte devono necessariamente essere presentate entro le ore 12 del 5 febbraio 2019, con progetti di durata da 24 a 36 mesi e avvio a partire dal 1 agosto 2019. Nel 2019 la mobilità di lungo periodo, ovvero dai 3 ai 12 mesi, assumerà un ruolo prevalente, senza però tralasciare i progetti di mobilità a breve termine incompatibili con la mobilità di lungo periodo.

Mancano quindi pochi mesi alla data di scadenza: è stata pubblicata inoltre la guida dettagliata del programma, strumento fondamentale per approfondire la propria conoscenza del programma Erasmus+. Ogni anno le organizzazioni di tutta Europa presentano migliaia di progetti per ricevere un sostegno finanziario dal Programma Erasmus+; per questo motivo la Commissione ha istituito un processo di valutazione trasparente che mira ad assegnare le sovvenzioni ai progetti migliori: è quindi di fondamentale importanza prestare la massima attenzione alle norme riportate all’interno della guida. Le norme del 2019 sono state leggermente modificate e risultano essere più restrittive rispetto allo scorso anno: basti pensare che nel 2018 sono state presentate 426 candidature, di cui solo 65 sono state considerate idonee per l’accesso al finanziamento.

È possibile inoltre trovare il testo completo della call sul sito ufficiale EUR-Lex.

Share this article

Leave a comment